Skip to content

PRESENTAZIONE

“Reportage & Fine Art” è la Masterclass destinata a chi volesse concretamenteinnalzare il proprio livello nell’ambito del reportage fotografico e di arricchire definitivamente le proprie competenze negli ambiti della post-produzione professionalee della stampa Fine Art.

Questo percorso pratico e didattico, condotto dai due docenti Paolo Marchetti e Samuele Mancini, propone un programma basato su un’esperienza costruita internazionalmente sul campo da oltre dieci anni.

Il principale intento di questo percorso è quello di acquisire gli strumenti necessari per realizzare un proprio progetto fotografico nell’ambito della fotografia documentaria e arrivare ad avere il pieno controllo del flusso di lavoro nella fotografia digitale.
Il cuore del programma prevede come priorità l’acquisizione di una concreta progettualità per concepire, pianificare, realizzare e confezionare in maniera consistente i propri progetti fotografici mediante la guida attenta dei due docenti.

Verranno trattate le più aggiornate tecniche di ottimizzazione e correzione del file su Photoshop e Lightroom con un focus particolare sul workflow reportagistico.

“Reportage & Fine Art” è destinata a coloro che desiderano fare un netto salto di qualità, conoscere davvero le complesse dinamiche del Reportage e raggiungere un’autonomia nel proprio flusso di lavoro.

Questa è l’opportunità per apprendere metodi concreti, acquisire consapevolezza in ogni fase e osservare da vicino come il fotografo si interfaccia con lo stampatore.

PROGRAMMA E OBIETTIVI

Marchetti è un Foto-Reporter che pubblica regolarmente le sue produzioni nell’editoria di primo livello in tutto il mondo ed è stato premiato con grande continuità con gli Awards più prestigiosi e ambiti a livello internazionale, mentre Mancini, professionista da oltre dieci anni, vanta importantissime collaborazioni come stampatore e autore della Post-Produzione e della Color-Correction con molte delle personalità più influenti della fotografia Italiana e non solo.

I docenti accompagneranno i fotografi nella complessità del gesto fotografico, e nella sua traduzione visiva fino al trasferimento su carta, passando per le infinite variabili espresse dal flusso digitale. La priorità della Masterclass è diretta ai processi necessari per costruire la propria identità di fotografo e acquisire consapevolezza su ciò che ne consegue, anche in termini pratici, in maniera consistente e riconoscibile.

QUESTI I CAPITOLI FONDANTI DELLA MASTERCLASS :

Costruzione della propria identità di fotografo, concepimento di un’idea per il proprio progetto, approccio narrativo, traducibilità visiva e analisi dettagliata delle problematiche teoriche e pratiche.

Studio approfondito della linguistica applicata alla narrazione per immagini e dell’essenza dell’Editing con metodologie riferite alla letteratura, e alle strutture melodiche musicali, il tutto affrontato con esercizi personalizzati e discussi successivamente.

Editing come Identità del fotografo e presupposto allo storytelling. Studio della sequenza di immagini e del dialogo che intercorre tra esse, a partire dal testo. Saranno affrontati i principi del montaggio cinematografico, settore in cui Marchetti nutre una carriera di tredici anni a livello internazionale.

La post-produzione alle dipendenze della lettura della fotografia:

Differenza fra ottimizzazione del file e post-produzione. La post produzione etica: lo stato delle cose.

La percezione del colore digitale

Saper leggere i colori: introduzione al valore sociale e psicologico dei colori.

Il colore digitale, come orientarsi tra i Profili colore, Spazi colore er raggiungere i massimi risultati.

L’importanza e il ruolo della scrittura e analisi sul suo rapporto con le immagini, stesura di un testo e suo adattamento ai diversi utilizzi. Questi approfondimenti saranno effettuati mediante gli strumenti di lavoro che Marchetti ha personalmente costruito e coltivato nel suo percorso da professionista.

Realizzazione di un proprio progetto fotografico sotto l’attenta guida del Reporter Paolo Marchetti.

Il proprio progetto fotografico è da intendersi come documentazione fondata sull’esperienza reale come la tradizione reportagistica prevede.

I partecipanti si impegnano a ideare loro stessi un progetto da realizzare durante la Masterclass ovviamente sotto la guida del docente.

Saranno assegnati inoltre esercizi da discutere e analizzare con lo scopo di incrementare ogni componente necessaria alla costruzione di un’identità forte e versatile.

Ottimizzazione del file: dallo scatto al file di stampa

Sviluppo del File Raw su Lightroom e Photoshop. Lightroom/CameraRaw: i segreti per avere il massimo risultato dalla propria attrezzatura.

Photoshop: tecniche professionali per l’ottimizzazione del File.

Il Bianco e Nero nell’era digitale

Dalle impostazioni dellafotocamera alla stampa. La migliore conversione in BN su Photostohop non distruttiva per la stampa e le più avanzate tecniche di postproduzione in Bianco e Nero.

Il mestiere dello stampatore: gestione professionale di una sessione di stampa

La Stampa Fine Art, una definizione aggiornata.Analisi di flussi di stampa realizzati per grandi autori: Ferdinando Scianna, la maestra del ‘900 Giuliana Traverso, Francesco Cito. Dalla scansione della pellicola alla stampa Fine Art.

Una carta per ogni lavoro: Come sceglierla per il proprio lavoro.

CALENDARIO E FREQUENZA

La Masterclass si svolgerà in 12 lezioni, distribuite in 6 weekend, per un totale di 96 ore.

Il percorso comincerà a Maggio si terrà in centro a Firenze presso una LoStudiolo Home Gallery.

CALENDARIO:

GIUGNO:         08 e 09

GIUNGO:         29 e 30

LUGLIO:          13 e 14

SETTEMBRE:  14 e 15

OTTOBRE:       05 e 06

OTTOBRE:         26 e 27

COSTI

La quota partecipativa è di 850 Euro per chi si iscriverà entro il 01 Maggio.

Oppure 1.100 Euro per chi si iscrive dopo il 01 Maggio.

Sono ovviamente previsti dilazionamenti da discutere in fase di iscrizione.

I DOCENTI

  • Paolo Marchetti è un fotogiornalista rappresentato dall’agenzia Getty Images e Verbatim, ha lavorato per circa tredici anni nel campo cinematografico, ricoprendo ogni ruolo del reparto “Fotografia – Macchine da Presa” al fianco di alcuni tra i più autorevoli direttori della fotografia italiani e stranieri e inizia in contemporanea i suoi studi fotogiornalistici prestando particolare attenzione alle tematiche politiche ed antropologiche.Marchetti pubblica i suoi lavori nei magazine internazionali più importanti del mondo tra cui Time Magazine, Newsweek, New York Times, Vanity Fair, 6MOIS, Sunday Times, Days Japan, L’Espresso, Guardian, Geo, De-Spiegel, National Geographic USA, e molti altri.
    Negli ultimi anni Marchetti ha ricevuto numerosi Grant e riconoscimenti internazionali tra cui: 8 POYi, 8 PDN, 10 NPPA Best of Photojournalism, il Sony Awards, il Leica Photographer Awards, 3 volte il Lens Culture, il Getty Images for Editorial Photography, l’Alexia Foundation Grant, il Days Japan Award, l’SDN e il World Press Photo e nel 2016 viene nominato dal POY come “Photographer of the Year” e molti molti altri.Il suo progetto principale lo ha realizzato in Europa, lavorando per 5 anni in 5 differenti paesi europei, affrontando un’analisi politico-antropologica sul sentimento della rabbia e sul risveglio del fascismo chiamato “FEVER”. Questo progetto è stato pubblicato per 33 volte in tutto il mondo e ha ricevuto più di 20 Awards.

  • Samuele Mancini è fotografo e stampatore italiano. Nel corso della sua carriera ha stampato per fotografi come Ferdinando Scianna, Francesco Cito, Giuliana Traverso, Marc T’syen, Abbas, Renee’ Jakobs e molti altri.Dal 2018 e’ responsabile per la stampa Fine Art dell’archivio fotografico dello stilista Roberto Cavalli. La sua personale visione del flusso di lavoro fotografico dallo scatto alla stampa Fine Art lo ha portato nel 2016 a ricevere, fra i primi in Italia, la certificazione internazionale di qualità Canson Infinity, azienda leader mondiale nel settore della carta cotone.Come fotografo predilige la fotografia documentaria che affronta attraverso progetti a lungo termine. La sua serie “Islands of lights”, già vincitrice del Fabriano International Photo Festival nel 2010, sarà in mostra per tre mesi presso la galleria DOKA ad Anversa (BELGIO) da Maggio a Luglio del 2019. Altri suoi progetti sono stati esposti presso i principali festival italiani di fotografia.Nel 2015 si cimenta per la prima volta con il linguaggio filmico. Come co-ideatore e co-direttore alla fotografia partecipa alla realizzazione del primo film-documentario sullo scrittore Antonio Tabucchi. Il film, dal titolo “Se di tutto resta un poco” è stato poi presentato in anteprima all’Italian Film Festival di Lisbona nel 2017 e, con la produzione diEchi VisiviLa EffeFeltrinelli e MovieDay, diffuso in televisione e nei cinema italiani nell’aprile del 2018.

REQUISITI

I requisiti necessari per partecipare alla Masterclass sono una buona conoscenza della tecnica di base, e una propensione verso la fotografia documentaria, dal reportage, al fotogiornalismo di inchiesta, fino ai linguaggi più concettuali ma sempre nell’ambito dello storytelling fondato sul reale.

COME ISCRIVERSI:

Come ogni anno il docente si confronterà direttamente con i candidati mediante una approfondita chiacchierata, al fine di comprenderne il profilo umano e fotografico. Questo non deve essere percepito come un esame o una fase di giudizio, ma solo come approccio personale per indirizzare al meglio i candidati stessi.

E’ prevista una valutazione del portfolio con il solo scopo di accertarsi che il ivello sia adeguato al contesto di Pro-Photographer.

“Contattateci nella apposita casella postale presente a fondo pagina e vi risponderò immediatamente”.

TITOLO RILASCIATO

Verrà consegnato un attestato di frequenza a condizione che tutte le lezioni vengano regolarmente seguite.



Nothing Found

Leave a reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *